vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
Vai alla Home testata 11

Collezione Norman Jones

La collezione si compone di 312 stereoscopie realizzate secondo procedimenti fotografici storici. Si contano tra esse aristotipi, stampe alla gelatina ai sali d'argento, collotipi e stampe all'albumina, alcune delle quali colorate e montate a tissue stereograph. Le stereoscopie furono prodotte per la maggior parte da studi fotografici inglesi e nordamericani tra gli anni Sessanta dell'Ottocento e l'inizio del secolo successivo per documentare vedute di città, paesaggi e località della regione alpina (79), del Regno Unito (42), degli Stati Uniti (26), della Francia (21) e dell'Italia (37). Tra le stereoscopie dedicate all'Italia sono presenti immagini di Napoli, Firenze e Roma. Nel fondo sono contenute anche 8 stereoscopie della guerra anglo-boera, datate 1900-1901, 23 con vedute di altre località (Atene, Manila, Barcellona, Norvegia) e 76 con scene di costume e ritratti. Insieme alla collezione è stato donato anche uno stereoscopio.

STRUTTURA DEL FONDO clicca su per espandere o ridurre e su per il numero di materiali catalogati

DESCRIZIONE

 vedi di meno
collezione personale
312
tematico, topografico, alfabetico
Jones, Norman
Norman Jones nacque in Africa da famiglia inglese nel 1903. Trascorse la prima giovinezza a Londra, in seguito completò gli studi a Cambridge con la Laurea in Storia. Dedicò tutta la vita all'insegnamento della letteratura inglese nella città di Harrogate (New Yorkshire), dove morì all'età di 82 anni. Fu durante gli anni universitari che nella frequentazione con un antiquario sviluppò la passione per il collezionismo di esotici oggetti d'arte giapponese, cinese, indiana, egizia. In margine a tale attività, raccolse anche libri e fotografie, in particolare stereoscopie e cartes de visite.
Il fondo è stato donato alla Fondazione Zeri nel 2008 dalla figlia del collezionista, Ruth Jones, docente inglese, da molti anni residente a Bologna.
1927 - 1985
donazione ( 2008 ) 
buono
La collezione Jones rappresenta un'interessante raccolta di una tipologia di oggetti fotografici normalmente non presente all'interno di fototeche di storici dell'arte. Questo tipo di produzione, ampiamente documentata nei cataloghi dei fotografi, era destinata soprattutto a turisti e appassionati d'arte che, visionando i materiali con lo stereoscopio, avevano l'impressione di trovarsi davanti a immagini tridimensionali.

INTERVENTI E ACCESSIBILITÀ

 vedi di meno
I materiali fotografici sono stati conteggiati e riposti in nuovi contenitori mantenendo l'ordine e le suddivisioni originari. Il fondo è stato oggetto di un intervento di studio e di descrizione archivistica fino al livello del fascicolo il cui esito è confluito in 'Esplora i fondi'. E' stato effettuato un test di catalogazione puntuale limitato a un'unica cartella ('Sudafrica'), per un totale di 8 schede.
Il fondo è consultabile su appuntamento dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18, presso la sede della Fondazione. Per richiedere un appuntamento scrivere a fondazionezeri.fototeca@unibo.it

FOTOGRAFI PRINCIPALI

 vedi di meno

SOGGETTI PRINCIPALI

 vedi di meno

FOTO CATALOGATE

mostra tutti ›

ALLEGATI CATALOGATI

mostra tutti ›